Home » Attività

Attività

 - La Ferté

La Fertè è l’ideale punto di partenza per le vostre escursioni offrendo il noleggio di biciclette (e-bike e possibilità di tour accompagnati) e il posteggio dei vostri veicoli, in totale sicurezza, nell’ampio parcheggio riservato.

Il Monferrato è la terra ideale anche per gli appassionati di cicloturismo, desiderosi di prendersi una pausa dalla frenesia quotidiana per immergersi nella natura e scoprire il variegato patrimonio artistico del territorio, che trova le sue massime espressioni nelle chiese romaniche e barocche nonché nei pregiati castelli medievali.

 Per conoscere i principali itinerari cicloturisti dell’Astigiano vi invitiamo a consultare il sito www.piemontebike.eu

 - La Ferté

Il privilegiato contesto paesaggistico in cui sorge la Fertè si presta anche alle richieste degli amanti del trekking. Per conoscere i principali itinerari del territorio vi suggeriamo di consultare l’apposita sezione del sito web dell’Agenzia Turistica Locale di Asti: www.astiturismo.it/it/content/astigiano-outdoor

Interessanti percorsi per gli escursionisti sono inoltre disponibili sul sito del Club Alpino Italiano di Asti all’indirizzo www.caiasti.it/index.php/attivita/sentieristica

 - La Ferté

Degustazione dei vini

cavalli

cavalli - La Ferté

La Fertè dispone di una scuderia, con 18 moderni box per offrire ogni comfort agli animali, ed una scuola di equitazione gestita da professionisti del settore che saranno lieti di avvicinare allo straordinario mondo del cavallo i principianti ed offrire esclusive escursioni, per i più esperti, lungo i sentieri dei vicini boschi di Valmanera, oltre 2000 ettari di ambiente incontaminato da scoprire in sella ai cavalli con monta all'inglese e all'americana. 

 

 

 

 - La Ferté

La prima notizia  certa della corsa risale al 1275 anno in cui,secondo il cronista astigiano Guglielmo Ventura,gli astigiani corsero il Palio, per dileggio,sotto le mura della nemica città di Alba, portando danni e devastazioni alle vigne.Sono ventuno i contendenti che nei giorni della vigilia hanno vigorosamente tentato di propiziare la vittoria con cene pantagrueliche,riti scaramantici,burle salaci nei confronti dei borghi avversari, sino all'ultimo intenso confronto in campo,preceduto dal sontuoso  corteo, composto da oltre milleduecento figuranti in costume mediovale.

La pista,appositamente allestita nella  centralissima Piazza Alfieri, è lunga 450 metri: la corsa, con cavalli montati a pelo ( senza sella ) si volge sulla lunghezza di tre batterie da sette cavalli e la finale da nove, per tre giri di pista.

La partenza è data dal  " mossiere" che sgancia il  "canapo", una grossa corda tesa da un punto all'altro della pista.

Dal 2018,il Palio di Asti si correrà la prima domenica di settembre.